Non è noia

Di ScateniamoTempeste

Gravito fra il tempo che non ho avuto per fare questa o quell’altra cosa e la consapevolezza della linearità del tempo che mi dice che questa o quell’altra cosa sono andate e non le potrò più fare.

Questa intensa malinconia mi opprime quando finiscono un anno, una storia, un’amicizia e le mie mani sempre più nodose e più vecchie mi fanno pensare al tempo che non ritorna e alle occasioni perse. Ce ne saranno nuove e nuovi sogni, speranze, utopie, ma intanto lo so che il tempo a disposizione non è infinito… e i sorrisi, i brindisi, i festeggiamenti sono una mossa, una facciata, per fare credere agli altri che sono perfettamente integrata e non sono persa. Altro

CIE e dintorni…

Di Elisabetta Teghil

La così detta sinistra e le sue organizzazioni-satellite hanno scoperto i CIE.
Cosa teorizzano questi benpensanti? che i CIE sono illegali, dimenticando che sono una legge dello Stato, e che sono una violazione del diritto internazionale, come se non ci fossero in tutti i paesi europei.
Ma, poiché sono teorici di valore, passano da un convegno all’altro dove si  parlano fra loro e teorizzano, altresì, che i CIE sono il frutto del razzismo.
Che ci sia il razzismo nelle istituzioni è indubitabile, che combattere il razzismo sia importante e doveroso ci trova d’accordo, ma leggere i CIE come semplice espressione del razzismo non è solo riduttivo, il che non sarebbe
grave, ma è soprattutto fuorviante perché non smaschera la funzione essenziale dei CIE come momento del controllo sociale. Altro

L’impossibile è il nostro possibile

Di Elisabetta Teghil

L’accumulazione di informazioni è il processo costitutivo della produzione e riproduzione sociale e, di conseguenza, anche dell’esistenza stessa del femminismo. La lotta per l’informazione è quindi anche una lotta per la nostra liberazione.
La lettura degli avvenimenti storici è il movimento dell’informazione, è il processo di memoria dei collettivi umani, delle formazioni sociali determinate, delle classi, di frazioni di esse e di gruppi specifici.
Pertanto, la facoltà di conservare e accumulare informazioni è un passaggio obbligato per il femminismo. Per questo, l’informazione che è segno, testo, linguaggi, ha sempre un carattere di genere e di classe.
Il femminismo è un sistema di sistemi di segni, di lingue, di scelte e delle loro concrete manifestazioni  come testi. Altro

Ed è quasi festa

Di ScateniamoTempeste

Lavoro. E torno. C’è la bolletta da pagare.
Allora rimedio ancora qualche ora di lavoro. Poi torno.
E la benzina per lavorare.
Allora lavoro ancora un po’.
Meno male che ce l’ho questo lavoro.
E il gas. Che l’altro giorno uno voleva fregarmi facendomi cambiare il piano tariffario, “si faccia un regalo, che è quasi natale”. Per rotta di collo non ho abboccato che poi ho visto su internet era una truffa, perché i lavoratori oggi li mandano a truffare altre lavoratrici e altri lavoratori. Tutti col fiato sul collo. Io non so se riuscirei a truffare un’altra donna col sorriso, o un uomo. Non so. Altro