Una bomba uccide anche la libertà di pensare

 Non sappiamo ancora chi sia stato a progettare e a eseguire il piano degli ordigni di Brindisi. Le ipotesi si sono moltiplicate nel giro di poche ore, tuttavia le conseguenze che porterà quest’azione sono già chiare. Ed è chiaro anche che una giovane è morta.

 All’inizio tutti hanno pianto, denunciato, urlato, e la mafia è una montagna di merda e lo stato è complice, e, e, e. E, se la mafia fosse, ma anche se non è, resta una montagna di merda, che vive con il beneplacito e il sostegno di stato e cittadini. In ogni caso, sono convinta che non cambierà nulla neppure questa volta, dopo che a Brindisi una bomba è scoppiata davanti a una scuola e ha ucciso una ragazza, una studentessa, e se l’è portata via così, nemmeno il tempo per salutare. Altro